“Tu! Un percorso sulla diversità” a Castelgrande Bellinzona

Bellinzona, 29 gennaio 2018 – Dopo il successo riscontrato a Lugano nel 2017, l’esposizione “Tu! – Un percorso sulla diversità” apre nei prestigiosi spazi di Castelgrande a Bellinzona dal 29 gennaio al 24 giugno 2018.

Una mostra che, attraverso testimonianze video e attività interattive, metterà a disposizione del pubblico un luogo dove confrontarsi con la diversità, propria e quella degli altri, andando a riflettere su alcune questioni fondamentali che riguardano il valore e la dignità dell’essere umano.

Il percorso è stato realizzato da L’ideatorio dell’Università della Svizzera italiana in collaborazione con Pro Infirmis Ticino e Moesano e sostenuto dall’Ufficio federale per le pari opportunità delle persone con disabilità.

Il percorso interattivo “Tu!” è rivolto al grande pubblico: bambini, adulti e scuole, con l’intento di promuovere uno sguardo più attento sulla disabilità. Il progetto propone una modalità innovativa per riflettere sugli obiettivi fissati dalla Convenzione dell’ONU sui diritti delle persone con disabilità, stimolando attraverso giochi e postazioni interattive, una riflessione su come sono percepite, considerate e trattate le persone con disabilità.

Il titolo Tu! ci ricorda che questo processo parte da ogni singolo individuo, e che la fragilità e la vulnerabilità espresse da una persona con disabilità, di fatto, sono caratteristiche che appartengono ad ogni percorso umano, come troviamo scritto all’interno dell’esposizione: “La persona con disabilità rimanda ad ognuno le proprie ferite che siano fisiche o psicologiche, rimanda ad ognuno la propria umanità complessa e contradditoria” (Alain Goussot). Il visitatore sarà quindi il protagonista del percorso e si troverà confrontato con i grandi interrogativi. “Chi sono io? Chi è l’altro?”.

Un’esperienza che diventa utile ad educarci in generale alla relazione con l’altro, indipendentemente dalla presenza o meno di una disabilità. Visitando il percorso, tra i vari contenuti proposti, si possono ascoltare le testimonianze di persone che hanno vissuto, o che vivono tutt’ora, una situazione di handicap. Racconti semplici, ma carichi di significato. Tra le storie presentate troviamo ad esempio quella del consigliere nazionale Christian Lohr, che nonostante la sua disabilità fisica siede tra i banchi del consiglio nazionale a Berna, o ancora quella di Piermario Fenaroli, un signore di 56 anni che sin dalla nascita è rinchiuso in un “corpo-prigione” (come lo descrive lui stesso), che lotta al fine di poter essere riconosciuto come persona con dei diritti e dei doveri, con delle possibilità da giocarsi nella società, e non unicamente come persona disabile portatore di bisogni.

L’esposizione “Tu!” è nata anche grazie ad un dialogo con le scuole (DECS – Sezione scuole comunali, Sezione della pedagogia speciale e Centro di risorse didattiche e digitali), sviluppando sinergie e strumenti, per far sì che l’esposizione possa divenire anche un’opportunità di riflessione attorno ad un tema fondamentale per costruire non solo una scuola ma anche una società inclusiva.

A Bellinzona si contano già un centinaio di classi iscritte che si vanno a sommare alle 230 che hanno già visitato l’esposizione a Lugano. I momenti dedicati alle famiglie si concentreranno nei fine settimana: oltre alla possibilità di visitare il percorso, avranno occasione di assistere ad animazioni teatrali collaterali sul tema proposto all’interno degli spazi della mostra: un racconto–spettacolo dell’attore narratore Giancarlo Sonzogni e uno spettacolo di marionette del gruppo “Kids on the Block”.

L’Organizzazione Turistica Regionale Bellinzonese e Alto Ticino, in qualità di ente gestore dei Castelli di Bellinzona, è particolarmente felice di accogliere nella magnifica cornice del Castelgrande questa importante esposizione. I nostri Castelli, patrimonio dell’umanità, si aprono ad un tema così importante ed accolgono con questa mostra dei partner cantonali e nazionali di grande prestigio.

Questo progetto sottolinea ancora una volta l’importanza che questi luoghi storici rappresentano per tutto il Cantone e per la Svizzera culturale, sociale e turistica. Il progetto vanta un’ampia rete di persone che hanno collaborato alla sua realizzazione. Oltre agli organizzatori L’ideatorio – USI e Pro Infirmis Ticino e Moesano, l’iniziativa è promossa dall’Ufficio federale per le pari opportunità delle persone con disabilità e sostenuta da numerosi enti e fondazioni.

L’allestimento è curato dal corso di architettura di interni del DACD – SUPSI.

Informazioni al sito web www.tu-expo.ch

Contatti Giovanni Pellegri, responsabile de L’ideatorio USI – giovanni.pellegri@usi.ch

Danilo Forini, direttore Pro Infirmis Ticino e Moesano – danilo.forini@proinfirmis.ch

+41 (0)58 666 45 20 www.ideatorio.usi.ch – www.tu-expo.ch

L’ideatorio È un servizio dell’Università della Svizzera italiana nato allo scopo di promuovere il dialogo tra la scienza e la società.

www.ideatorio.usi.ch Pro Infirmis Ticino e Moesano È un’organizzazione che promuove e sostiene i diritti delle persone con disabilità. www.proinfirmis.ch

Informazioni pratiche:

Orari apertura Castelgrande:

Mostra aperta al pubblico tutti i giorni, dal 29 gennaio al 24 giugno 2018

29.01-16.03.2018 – dalle 10.30 alle 16.00

17.03-24.06.2018 – dalle 10.00 alle 18.00

Prezzi d’entrata: Adulto: Fr. 10.- Ridotto/studenti: Fr. 5.- Famiglia: Fr. 20.- Per le scuole: da lunedì a venerdì: prenotazione obbligatoria al tel. +41 91 814 63 12

Fr. 100.-/per classe Per gruppi extrascolastici: Inviare una richiesta a: ideatorio@usi.ch

Per gruppi turistici e ulteriori informazioni: Bellinzonese e Alto Ticino Turismo Palazzo Civico – 6500 Bellinzona

Tel. +41 (0)91 825 21 31 www.bellinzonese-altoticino.ch